“Sto cercando di seguire la dieta che mi ha dato ma preferisco non mangiare pasta, riso o patate, ne mangio il meno possibile. In effetti ogni tanto mi sento debole, mi mancano le forze.”

“Da dove nasce questo tuo rifiuto per i carboidrati? E’ una tua idea o qualcuno ti ha suggerito di non mangiarli?”  

“Nessuna delle mie compagne di scuola mangia la pasta troppo spesso, poi lo sanno tutti che i carboidrati fanno ingrassare!”

Chiara, 16 anni

Per una ragazza adolescente il confronto con le compagne di classe e le amiche può far scaturire il desiderio di cambiare qualcosa nel proprio aspetto fisico e nella maggior parte dei casi l’attenzione si focalizza sul peso.

Spesso si ricorre a “scorciatoie” che aiutano a perdere peso nel breve tempo ma sono deleterie se prolungate troppo a lungo.  Non solo per gli adolescenti ma anche per adulti di qualsiasi età che vogliono perdere peso i carboidrati sono, nell’idea comune, assolutamente da bandire.

I carboidrati sono il carburante del nostro organismo senza i quali faremmo fatica a fare qualsiasi attività. Si trovano nella pasta, nel pane, nel riso ma anche in frutta, verdura e legumi. Una prima classificazione divide i carboidrati in semplice, quelli che il nostro organismo può utilizzare immediatamente, e  complessi che devono essere prima scissi nei loro elementi base.

Tra i carboidrati semplici quelli più deleteri li assumiamo quando beviamo bibite zuccherate che contengono un eccesso di zuccheri che il nostro organismo fatica a smaltire e trasforma in riserve d’energia. Pasta, riso e pane integrali hanno invece un ottimo contenuto di fibra che rallenta l’assorbimento e facilita i movimenti intestinali.

Una dieta equilibrata, come ad esempio la dieta mediterranea, prevede l’assunzione giornalieri di carboidrati, bilanciata anche sull’effetto che i carboidrati hanno su glicemia e insulina con preferenza per i carboidrati complessi ricchi di fibra.

I carboidrati svolgono un ruolo centrale come fonte energetica per chi pratica sport a qualsiasi livello, per poter affrontare anche una semplice jogging è importante avere le riserve energetiche ma anche assumere un pranzo nelle tempistiche migliori.

Una consulenza nutrizionale è il primo passo per correggere le abitudini alimentari e prevenire disturbi come diabete e problemi cardiovascolari che possono insorgere nel tempo.

Per chi fosse interessato a un consulto ed a una  valutazione dello stato nutrizionale può contattare il numero 347.07.41.347 o scrivere una mail a info@centroclarense.it

Leggi altri articoli su tutto quello che riguarda la nutrizione su  https://pianetanutrizione.wordpress.com