Disfunzione erettile

DEFINIZIONE DELLA DISFUNZIONE ERETTILE

La disfunzione erettile, comunemente detta impotenza, si riferisce ad una  persistente o ricorrente impossibilità di raggiungere o di mantenere l’erezione tale da impedire il raggiungimento di un rapporto sessuale completo e soddisfacente.

Prevalenza

La DE è una condizione diffusa: in Italia interessa, infatti, il 13% della popolazione maschile, questo significa che oltre 3 milioni e mezzo di Italiani presentano un deficit dell’erezione, ovvero 1 maschio adulto su 8.

Se consideriamo anche le forme lievi, almeno un uomo su tre ne soffre.

Sebbene possa presentarsi a qualsiasi età, la disfunzione erettile è più frequente negli uomini di età superiore ai 45-50 anni. Proprio l’età, dunque, è uno dei principali fattori di rischio.

Caratteristiche della disfunzione erettile

disfunzione erettileLa disfunzione erettile si manifesta anche in presenza di un vivido desiderio sessuale, anzi è proprio con ripetersi di episodi di deficit erettili che si crea una situazione emotiva caratterizzata da ansia anticipatoria e senso di inadeguatezza che porta all’inibizione della risposta erettile ed al calo del desiderio..

L’impotenza  può essere primaria o secondaria, generalizzata o situazionale.

Cause della disfunzione erettile possono essere fisiche, psicologiche o miste.

Tra le principali cause fisiche troviamo della disfunzione erettile:

  • Riduzione del testosterone e  l’iperprolattinemia.
  • Sclerosi multipla
  • La malattia di Alzheimer
  • Il morbo di Parkinson.
  • Ipertensione arteriosa e aterosclerosi
  • Diabete e insufficienza renale cronica
  • Cause iatrogene da uso di farmaci quali gli psicofarmaci, le terapie ormonali, gli antipertensivi
  • Cause connesse allo stile di vita errato: mancanza di esercizio o attività fisica,
  • Obesità, fumo.

Tra le principali cause psicologiche della disfunzione erettile(impotenza):

  • Ansia da prestazione, legata soprattutto ad un eccessiva preoccupazione anticipatoria connessa ad  sporadici episodi di “ cilecca”.
  • Paura di contribuire alla fine di una relazione a causa dell’inadeguatezza delle proprie performance
  • Difficoltà ad abbandonarsi alle proprie sensazioni corporee di piacere
  • Assenza o all’opposto eccesso  di coinvolgimento nei confronti della partner, questo può portare ad una stimolazione inibente per eccesso o difetto di stimolazione.
  • Incapacità di gestire lo stress quotidiano che porta ad una mancanza di interesse per l’attività sessuale.
  • Disturbi psichici quali depressione e  ansia
  • Problematiche di coppia.

Trattamento della disfunzione erettile

Il trattamento della disfunzione erettile interviene sulle componenti presenti nel disturbo.

L’invio al medico andrologo per una corretta diagnosi ed intervento sulle cause organiche è fondamentale.

L’intervento psico-sessuologico, invece,  è in particolar modo indicato quando  siano escluse componenti organiche rilevanti e/o laddove, curate le cause fisiche, ci sia ancora presenza di una forte componente ansiosa nel ricominciare l’attività sessuale per paura di fallire.

L’intervento da preferire , garanzia di maggior efficacia, è un intervento integrato medico e psico-sessuologico.

L’articolo è stato redatto dalla Dott.ssa Cinzia Mamelli, sessuologa del Centro Clinico Clarense.

Se vuoi approfondire questo tema, puoi contattare il centralino al numero 347.07.41.347 o inviare una mail a info@centroclinicoclarense.it per prenotare un primo colloquio gratuito.


Altri Articoli relativi alla sfera dei disturbi sessuali

Eiaculazione Precoce