“…mi ha sorpreso al lavoro, mentre stavo parlando al telefono con un cliente… mi sentivo irreale come se non fossi parte di ciò che stava accadendo… ho cominciato a pensare che sarebbe potuto arrivare un attacco di panico… non volevo avere un attacco di panico proprio in quel momento, avevo paura che si trasformasse realmente in un attacco di panico… volevo uscire da quella situazione, scappare via… sentivo mancare l’aria, sapevo che se avessi avuto un attacco di panico non sarei riuscito a controllarlo… pensavo che potevo anche morire, che avrei avuto un infarto…mi sentivo in preda al panico…”

attacco di panico

Nel disturbo di panico vi è un improvviso, e a volte inspiegabile, attacco caratterizzato da un numero elevato di sintomi fisici (sensazione di soffocamento, capogiri, sudorazione, tremore, brividi,…) e cognitivi (paura di morire, di diventare pazzo, di perdere il controllo) che aumentano progressivamente o si manifestano entro un periodo di 10 minuti. Inoltre la persona può percepirsi come distaccata da se stessa e dal proprio corpo, o sperimentare un senso di irrealtà del mondo.

Gli attacchi di panico possono essere legati a situazioni specifiche (luoghi affollati, ascensori,…) oppure prodursi spontaneamente, in modo inaspettato.

Si parla di agorafobia quando l’ansia riguarda il trovarsi in luoghi o situazioni dai quali sarebbe difficile (o imbarazzante) allontanarsi, o nei quali potrebbe non essere disponibile aiuto in caso di attacco di panico inaspettato. In questo caso la paura riguarda tipicamente situazioni caratteristiche che includono essere fuori casa da soli; essere in mezzo alla folla o in coda; essere su un ponte e il viaggiare in autobus, treno o automobile. In genere queste situazioni vengono evitate, o sopportate con molto disagio e con la paura che si manifesti un attacco di panico. Di solito le persone che temono queste situazioni tendono a farsi accompagnare da una persona significativa.

Cause disturbo di panico:

Di solito il primo attacco di panico si manifesta in seguito a un periodo di forte tensione o stress elevato. Tra i fattori stressanti si possono citare:

  • problemi sentimentali;
  • lutti o malattie in famiglia:
  • problemi finanziari e/o lavorativi;
  • uso di alcool/droghe;
  • ipoglicemia causata da una dieta;
  • mancanza di sonno;

 

Il circolo vizioso del panico

La costruzione del circolo vizioso del panico avviene perché l’individuo interpreta erroneamente le sensazioni fisiche e psicologiche associate all’ansia. Viene così provata “la paura della paura” dove avendo già sperimentato uno o più attacchi di panico, l’individuo diventa particolarmente attento alle sensazioni corporee, interpretandole come un segno premonitore di ulteriori attacchi.

Trattamento disturbo di panico

La terapia cognitivo-comportamentale si rivelata è rivelata molto efficace nella cura degli attacchi di panico. Studi condotti in diversi paesi dimostrano che più dell’80% delle persone si libera degli attacchi di panico dopo un breve periodo di terapia.

In una prima fase vengono insegnate tecniche per la gestione della sintomatologia ansiosa. Successivamente si aiuta il paziente ad abbandonare le credenze disfunzionali, che davano origine alle interpretazioni catastrofiche, dando vita a nuovi panorami, immaginando possibilità infinite di essere, e percorrendo tutti i gradi di libertà che, imprigionati nelle vecchie credenze, fungevano da vincolo invalicabile.

Il Centro Clinico Clarense è un valido punto di riferimento, nella provincia di Brescia e Bergamo, per il supporto psicologico e la psicoterapia per chi soffre di attacchi di panico. Vi preghiamo di visitare la nostra pagina dei contatti per chiedere ulteriori chiarimenti o per fissare un primo colloquio gratuito.

Puoi inoltre approfondire le tematiche relative agli attacchi di panico guardano i nostri video realizzati dalla dott.ssa Simona Chiari psicologa e psicoterapeuta del Centro Clinico Clarense in Provincia di Brescia: Video attacco di panico

Prenotare un Consulto presso la sede di Chiari in Provincia di Brescia

il Centro multidisciplinare per la salute psicofisica e la tutela della persona, della coppia e della famiglia.  Si occupa di psicologia clinica, psicologia giuridica, psicoterapia, logopedia, nutrizione, osteopatia e consulenza legale. Presa in carico di bambini, adolescenti, adulti e anziani.

Il centro di psicologia si trova
Via S.S. Trinità, 12
25032, Chiari
(Provincia di Brescia)

Per fissare un appuntamento con un professionista del centro potete chiamare o inviare una e-mail ai seguenti recapiti
Contatti:

Centralino: 030.52.36.107
E-mail: info@centroclinicoclarense.it