La sensazione di delusione rispetto al partner arriva nel momento in cui ci si rende conto che si erano idealizzate alcune caratteristiche dell’altro. Quando ci si scontra duramente con i suoi limiti e ciò che prima era così piacevole nell’altro, diventa ora la parte peggiore con cui convivere. Dall’illusione si passa alla delusione e questo fa realizzare di essere in crisi.

 

Per esempio avere scelto l’altro per la sua pacatezza, per la capacità di rendere la situazione tranquilla, può diventare qualcosa di ingombrante quando tale modo di essere diventa troppo rigido e predominante. Questo fa sì che la pacatezza tanto desiderata si trasformi ora in passività e scarsa capacità di essere stimolante e coinvolgente oppure l’avere scelto l’altro per il suo aspetto organizzato e concreto. Inoltre, può portare a sentirsi in gabbia quando ci si rende conto che tale modo di fare non porta con sé nessuna possibilità di modificarsi con il tempo e non offre spazio ad alternative.

 

Questi sono due esempi che mostrano come lo sviluppo della coppia si è bloccato.

 

I motivi per cui una coppia entra in crisi e si vive questa sensazione di delusione possono essere i seguenti:

  • i partner della coppia fanno esperienze che li portano a crescere e a cambiare. É come se le velocità dei partner non fossero sincronizzate e non ci si riconoscesse più (cambiamenti lavorativi, di interessi, amicali sono tutti fattori che possono influenzare tale crescita)
  • psicopatologie in uno dei due coniugi (problemi di dipendenza, depressione..)
  • eccessiva presenza della famiglia di origine: pur essendo una coppia ormai consolidata, uno o entrambi i partner sono strettamente legati al vecchio patto di lealtà con la propria famiglia di origine, tanto da togliere risorse ed energie nella nuova famiglia
  • eventi stressanti ( lutti improvvisi, malattie, difficoltà economiche)

 

La portata di tali eventi può essere tale da destabilizzare l’equilibrio di coppia. Questo può rendere i partner incapaci di offrirsi sostegno reciproco e il giusto appoggio per affrontare la situazione

  • difficoltà che possono insorgere nelle diverse fasi del ciclo di vita (nascita di un figlio, uscita di casa del figlio, pensionamento…)

 

Quando ci si trova a vivere una di tali situazioni è bene poter vedere la crisi anche in un’ottica positiva. É importante intenderla come un momento evolutivo e di crescita che se ben affrontato può portare a un nuovo modo di stare insieme. Un modo più funzionale rispetto al passato.

 

All’interno di un percorso di coppia è possibile riscoprire risorse e competenze personali, che aiutano ad essere protagonisti attivi del proprio cambiamento e del proprio benessere nella vita a due.

 

 

Come contattarci

Il Centro Clinico Clarense è un valido punto di riferimento, nella provincia di Brescia e Bergamo, per il supporto psicologico. Se sei interessato puoi telefonare al numero fisso 030.52.36.107, al mobile 347.07.41.347 o mandare una mail a info@centroclinicoclarense.it per fissare un primo colloquio gratuito.

 

 

 

Psicoterapeuta cognitivo comportamentale, sessuologa ed esperta pratiche mindfulness. Dal 2008 lavora come consulente per il Ministero di Giustizia e svolge consulenze di parte in ambito civile e penale.

Potrebbe interessarti anche:

Ti è piaciuto questo articolo? Vota!

Dall’illusione alle delusioni: le ragioni per cui una coppia entra in crisi
1 (20%) 1 vote

Share This